I tatuaggi tattoo tribali

Negli ultimi anni, i tatuaggi tribali hanno goduto di una grande rinascita. Da Spektrumtatto siamo specializzati nella composizione di tatuaggi tribali storici  e moderni in tutti gli stili.

Tatuaggi tribali tribal tattoo la storia

Sin dagli albori dell’umanità, i tatuaggi tribali sono stati fatti da entrambi i sessi per decorare, migliorare e modificare la pelle che abbiamo ereditato alla nascita. Alcuni tatuaggi sono espressioni auto-motivati della libertà personale e l’unicità. La maggior parte, tuttavia, hanno a che fare con le tradizioni che segnano una persona come un membro o non membro di un gruppo locale, o esprimono credenze religiose, magiche o spirituali e convinzioni personali. Tutti noi abbiamo la necessità innegabile di appartenere, questo è il bisogno tribale più fondamentale. I Tatuaggi tattoo tribali hanno un semplice motivo: ci piace vederli  su di noi,  rafforzano una sensazione positiva di noi stessi e ci collega un po ‘come ad un elemento di mistero e di attività antica.

La pratica della decorazione della pelle è sicuramente diffusa e antica quanto l’uomo stesso. Potrebbe anche essere stato uno dei suoi primi atti coscienti che coinvolgono strumenti che lo separavano dal resto del regno animale. Si pensa che quell’antico uomo  primordiale quando si è trovato senza grandi quantità di peli sul corpo penso’ di prendere un bastone appuntito annerito dal fuoco e decorare tatuare (Tattoo) il suo corpo, in questo modo è si e’ camuffato o protetto come gli animali

Tra i tattoo tribali : Le tribù Maori

I Maori provengono dalla Nuova Zelanda e hanno come loro particolarita’ il tatuaggio tatto  tradizionale facciale (Moko) (per saperne di piu’ sul tattoo Maori) . Questo stile tatuaggio, che mostra una grande somiglianza con il legno che intaglia il Maori, è tipico per le sue spirali. Sotto l’influenza dei missionari i tradizionali tatuaggi maori sono scomparsi intorno al 1900. In quei giorni il maori sono stati cacciati per la loro testa come trofeo.

Le tribù Haida
Haida (tribù indiane) vivevano sulla costa nord-ovest dell’America. Questo stile di tatuaggi, che mostra un sacco di somiglianza con la scultura in legno del Haida, Thunderbirds, castori, orsi, pesci e sculture in legno sono molto comuni. Le immagini sono principalmente di astrologia indiana. Gli indiani credevano che si prende in parte sulla forza dell’animale quando avere un tale tatuaggio. Lo stile Haida è un stile maschile forte.

Tattoo tribali : Le tribù Marchesi

Lo stile Marchesi ha origine dagli abitanti delle isole Marchesi in Polinesia. Questi isolani usato per essere completamente ricoperti di tatuaggi. I loro corpi mostravano fotoromanzi, per fare si che altre tribù potessero riconoscere chi eri, dove eravate e cosa avete fatto. In tutta l’area polinesiano la cultura del tatuaggio è sempre stata presente, tutti erano tattoo-ati. La parola tatuaggio deriva dalla parola ‘Tatau’ che proviene da questa zona. Lo stile Marchesi si basa principalmente sulla divinità Tiki, che è sempre raffigurata con gli occhi chiusi perché tramite gli odori sente il pericolo prima di vederlo. Le Immagini che vengono utilizzate molto in questo stile sono: gusci (ricchezza), denti di squalo (protezione) lucertole, balene, tartarughe, ami da pesca, e così via. Lo stile Marchesi è una forma di linguaggio dei simboli.

Tattoo tribali : Borneo

Borneo si trova sopra l’Indonesia. In passato i cacciatori di teste (delle tribù Iban- e Dayak) avevano tatuaggi per la protezione e come prova della loro realizzazione. Questo tipo di tattoo viene rappresentato da una spirale a forma di fiore sul fronte delle spalle quando si effettua un lungo viaggio, ma anche per il taglio della testa di qualcuno c’e un simbolo particolare. I cacciatori di teste proteggeva  il resto della tribù che viveva sugli alberi. Guardando i loro tatuaggi si poteva capire quello che hanno fatto e ciò che hanno vissuto. Tipico per questo stile sono immagini di scorpioni, fiori, cani, draghi e spirali.

Commenti

commenti